Cantine Animas
Skip to main content

I nostri vigneti

Vermentino

Il bianco simbolo della Sardegna

Arrivato in Sardegna presumibilmente attraverso la Corsica intorno alla fine del 1800, il Vermentino ha trovato nell’isola dei quattro mori la sua terra d’elezione. Nonostante questo vitigno a bacca bianca sia coltivato anche in diverse regioni italiane ed estere, solo in Sardegna riesce ad esprimere tutto il suo potenziale. In tutto il territorio isolano possiamo trovare questo genoroso vitigno che, nonostante i terreni differenti, non perde mai la sua tipicità pur avendo personalità differenti. Ormai il Vermentino è diventato da anni il vitigno a bacca bianca più coltivato in Sardegna e grazie alla sua qualità ha ottenuto le denominazioni DOC (la più importante “Vermentino di Sardegna DOC” nata nel 1988) e soprattutto la prestigiosa ed unica DOCG sarda: il Vermentino di Gallura DOCG creata nel 1996. E’ proprio in Gallura che questo splendido frutto ha trovato il suo terroir ideale, soprattutto per la conformazione del terreno a disfacimento granitico. L’anima granitica del Vermentino di Gallura dà vita a vini unici, completamente differenti dai Vermentini prodotti nel resto dell’isola. Il Vermentino di Gallura si presenta con un colore giallo paglierino intenso e luminosi riflessi che vanno dal verdolino all’oro, intensi e raffinati profumi di frutta matura a polpa bianca, vari fiori della macchia mediterranea (su tutti la ginestra) ed erbe aromatiche. In bocca offre sensazioni di densa morbidezza e fresca acidità con finale di calde note minerali ed un leggero amarognolo mandorlato. Questo vino, emblema del bianco sardo, è il fulcro trainante di tutto il comparto vitivinicolo dell’isola, insieme al suo pari a bacca nera: il Cannonau.

Cannonau

Il sardo più famoso

Nessun vino riporta alla mente la Sardegna come il Cannonau. Questo vitigno a bacca nera da secoli lega il suo nome all’isola, nonostante le sue probabili origini non siano autoctone. La sua introduzione risale al periodo della dominazione spagnola nel XIV secolo e da allora questo splendido vitigno regala gioie ai viticoltori ed a tutti gli appassionati di vino. Il Cannonau fa parte della grande famiglia dei Grenaches, la tipologia di uva più coltivata al mondo, ed anche in Sardegna ha il primato di coltivazione. Dal nord al sud dell’isola il Cannonau da sempre ottimi risultati qualitativi, anche se la sua zona d’elezione si trova nell’interno, nella provincia di Nuoro. Grazie alla sua tipicità e qualità dal 1972 ha ricevuto la denominazione Cannonau di Sardegna DOC, producibile nelle versioni rosato, rosso, rosso riserva, liquoroso secco, liquoroso dolce, passito e classico; all’interno della DOC possiamo trovare anche 3 sottodenominazioni: Oliena o Nepente di Oliena, Capo Ferrato, Jerzu.
Il vino si caratterizza per una finezza tipica e particolare, di gusto e profumo variabile da zona a zona; si presenta con una buona struttura e con sensazioni gusto olfattive che ricordano, nelle diverse espressioni, fiori o frutti rossi, freschi o meno, che virano verso note più mature di confettura e calde sfumature speziate nella tipologia riserva o liquoroso. Questo vino, emblema del rosso sardo, è il fulcro trainante di tutto il comparto vitivinicolo dell’isola, insieme al suo pari a bacca bianca: il Vermentino.

Merlot e Cabernet-Sauvignon

Due Re francesi in Sardegna

Nel mondo sono pochi i vitigni a bacca nera che possiedono la fama e la qualità del Merlot e del Cabernet-Sauvignon. Queste due splendide varietà sono tra le più coltivate a livello globale e non a caso fanno parte dei cosiddetti “vitigni internazionali“, questo grazie alla loro indiscutibile qualità ed adattabilità a climi e terreni differenti. La loro terra d’elezione è la Francia, in particolare l’area di Bordeaux, qui insieme ad altri vitigni entrano a far parte del famoso taglio bordolese. Nonostante siano ottime uve vinificate singolarmente, diventano memorabili se fatte sposare insieme, infatti, le loro diverse caratteristiche combaciano perfettamente tra loro.

Il Merlot più morbido e immediato riesce a domare l’irruenza del Cabernet-Sauvignon ricco di tannini e quindi adatto all’affinamento in legno. Essendo due uve semi-aromatiche creano dei vini facilmente riconoscibili con sentori erbacei ben distinti e caraterizzanti. Appartenendo alla stessa famiglia, i loro profumi sono simili e ricordano fiori e frutti rossi come ribes nero, mirtilli, ciliege e rose che possono passare dal fresco al maturo a seconda dei vini; la massima espressione di questi vini però si ha grazie all’affinamento in legno che dona i cosiddetti aromi terziari, differenti a seconda del tipo di legno e tostatura utilizzati. Pur avendo un clima ed un terreno differente rispetto alla Francia, anche in Sardegna queste due uve uniche danno vita a vini rossi di spessore che creano forti emozioni .

 

Zone di produzione

Loiri (tanca noa)

La zona di produzione più recente della nostra azienda. Situata alle porte di Loiri ed a pochi chilometri dalla costa. Qui coltiviamo un Vermentino che guarda verso il mare.

Anno di impianto 2013
Ettari 4
Vitigni Vermentino
Terreno Misto disfacimento granito argilloso-sabbioso
Altitudine dai 50 agli 80 metri S.L.M.
Forma di allevamento Controspalliera
Metodo potatura Guyot
Densità di impianto 4000 piante/ha
Produzione ad ettaro Variabile dai 70 ai 90 q. ettaro
Irrigazione Si

Berchiddeddu (bacino)

L’inizio della nostra avventura vitivinicola.
In questo piccolo appezzamento abbiamo iniziato ad amare l’uva ed il vino.

Berchiddeddu (bacino)

Anno di impianto 1973 – 1988 1989
Ettari 1.5
Vitigni Vermentino Merlot
Terreno Misto disfacimento granito argilloso-sabbioso
Altitudine dai 165 agli 175 metri S.L.M.
Forma di allevamento Controspalliera
Metodo potatura Guyot
Densità di impianto 4000 piante/ha
Produzione ad ettaro Variabile dai 50 ai 70 q. ettaro
Irrigazione No

Berchiddeddu (Padre Pio)

Il cuore rosso di Cantine Animas. Qui cresce la maggior parte delle nostre uve a bacca nera.

Anno di impianto 2005
Ettari 2
Vitigni Cabernet-Sauvignon Merlot Cannonau
Terreno Misto disfacimento granito argilloso-sabbioso
Altitudine dai 165 agli 175 metri S.L.M.
Forma di allevamento Controspalliera
Metodo potatura Guyot
Densità di impianto 4000 piante/ha
Produzione ad ettaro Variabile dai 70 ai 90 q. ettaro
Irrigazione Si

Berchiddeddu (Juanne Chijina)

Il picco più alto. Questa è l’area produttiva con l’altitudine maggiore dell’azienda. Qui nascono le uve bianche e nere di maggior qualità.

Anno di impianto 2008
Ettari 3
Vitigni Merlot Vermentino Cannonau
Terreno Misto disfacimento granito argilloso-sabbioso
Altitudine dai 170 ai 220 metri S.L.M.
Forma di allevamento Controspalliera
Metodo potatura Guyot
Densità di impianto 4000 piante/ha
Produzione ad ettaro Variabile dai 70 ai 90 q. ettaro
Irrigazione Si

Fai parte del settore Ho.Re.Ca. e sei interessato ai nostri prodotti?
Richiedi maggiori informazioni!